Attività Riabilitativa Restauro

Cooperativa Al Parco - Laboratorio RestauroIn questo laboratorio le attività e i materiali usati sono stati scelti per limitare i rischi al minimo e con fine riabilitativo di migliorare le capacità pratiche dell’utente e la conoscenza di alcuni dei materiali utilizzati, inoltre la possibilità di eseguire un lavoro che permetta di vedere come il mobile cambia e migliora, rinforza nell’utente l’autostima e la fiducia nelle sue capacità.

Il restauro del mobile avviene attraverso diverse fasi che richiedono l’esecuzione di attività e l’utilizzo di materiali diversi per ciascuna di esse.

  1. La prima fase consiste nel ripulire il mobile, togliendo gli strati di vernice e la sporcizia accumulate nel corso del tempo; ciò può essere fatto attraverso procedimenti meccanici o chimici. I procedimenti meccanici consistono nella carteggiatura con carta vetrata o abrasiva e nell’utilizzo di punte per raschiare, la levigatrice viene usata solo in alcuni casi e sempre all’aperto. I procedimenti chimici consistono nell’utilizzo di sverniciatori a bassa tossicità, tale uso è ridotto al minimo ed eseguito all’aria aperta prendendo tutte le precauzioni necessarie.

  2. La seconda fase consiste  nell’applicazione del mordente che permette di dare al mobile la colorazione desiderata. Il mordente viene preparato con terra colorata sciolta in acqua e applicata con spugnette e tamponi.

  3. La terza fase consiste nella verniciatura con la gomma lacca costituita da resina naturale di origine animale sciolta in alcool a 94°. La gomma lacca viene applicata con il tampone (ovatta e tela) o con il pennello. In genere vengono applicate 2 o più mani. Può essere necessario, in presenza di buchi provocati da tarli, procedere alla loro otturazione con stucco per legno mediante piccole spatole, l’eventuale stucco in eccesso, viene rimosso con la carta vetrata. Lo stucco di solito viene applicato dopo aver dato la prima mano di gomma lacca.

  4. La quarta fase, ed ultima, è la lucidatura con cera d’api che viene stesa con tamponi di tela: la lucidatura finale viene fatta con stracci di lana.

Gianfranco Menicacci.
Roma 5/12/2013
 
Cooperativa Al Parco - Laboratorio Restauro
Cooperativa Al Parco - Laboratorio Restauro
Go to top