Sei qui: HomeCosa FacciamoCentro di riabilitazioneServizio Non-Residenziale

Servizio Non-Residenziale

Il Centro di Riabilitazione Al Parco è una struttura sanitaria classificata come ex art. 26 - legge 833/78, esercita in regime semiresidenziale e in regime non residenziale, è dotata delle autorizzazioni sanitarie emanate dalla Giunta Regionale Lazio, n. 1600/97, n. 52/2000, n. 518/2000, n. D0952/2007, n. U00420/2013 e accreditata definitivamente come da Decreto Reg. Lazio n. U00420/2013.

FINALITÀ DELLA STRUTTURA E MODELLO DELL'INTERVENTO

Il Servizio non Residenziale del Centro di Riabilitazione Al Parco effettua la presa in carico di persone, in età evolutiva o adulta, sofferenti di disabilità psichica. L’attività riabilitativa viene svolta attraverso l’erogazione di trattamenti extramurali, e domiciliari o tra loro combinati. I trattamenti domiciliari vengono effettuati normalmente a domicilio dell’utente. I trattamenti extramurali vengono effettuati all’interno del territorio, e/o presso strutture di tipo lavorativo, ricreativo, sportivo, culturale o affine, pubbliche o private funzionali ai trattamenti e comunque adeguate ad accogliere gli utenti. All'interno dei locali del Centro di Riabilitazione vengono svolte le valutazioni psicodiagnostiche e i colloqui clinici.

Tipologia delle patologie trattate

In età evolutiva, il servizio è rivolto a persone con disturbi gravi dello sviluppo, come disturbi pervasivi (autismo), disturbi del comportamento, disturbi cognitivi (ritardo mentale). Per quanto riguarda l'età adulta, l'ambito di intervento è rappresentato da quadri diagnostici di handicap psichico, che rappresentano per lo più l'evoluzione delle medesime patologie.

L'obiettivo delle attività svolte è l'intervento sulle diverse difficoltà presentate dalla popolazione clinica in oggetto, rappresentate da:

  • deficit cognitivo;

  • deficit psicomotorio;

  • disturbi del linguaggio;

  • menomazioni nel raggiungimento dell'autonomia nelle diverse attività della vita quotidiana;

  • disturbi del comportamento;

  • difficoltà relazionali;

  • difficoltà di inserimento sociale.

Tipologia delle prestazioni erogate

  1. Valutazione ed osservazione (psicologi, medici, terapisti).

  2. Prestazioni psicologiche e psicoterapiche(psicologi, psicoterapeuti).

  3. Interventi incentrati sul miglioramento delle autonomie e degli aspetti comportamentali   (educatori professionali).

  4. Interventi riabilitativi di tipo psicomotorio (terapisti della riabilitazione).

  5. Interventi volti al supporto dell’integrazione sociale (assistenti sociali ed educatori professionali).

Interventi medici: sono effettuati da medici con specializzazioni attinenti alla tipologia delle patologie e degli interventi riabilitativi effettuati nel servizio non residenziale. Possono consistere in valutazioni ed osservazioni per la stesura dei progetti riabilitativi colloqui clinici e counseling con gli utenti e le famiglie.

Interventi psicologici e psicoterapeutici: sono tenuti da personale specializzato in ambito psicologico e psicoterapeutico; comprendono colloqui e psicoterapie individuali o di gruppo, colloqui clinici con i familiari dei singoli utenti, incontri con gruppi di familiari.

Interventi educativi: sono tenuti da educatori professionali e sono mirati al miglioramento di aspetti legati alle autonomie personali, alla sfera delle relazioni, alle necessità formative e di maturazione, all'inserimento degli utenti in tirocini di lavoro protetto. Gli interventi educativi a diretto contatto con l'utente sono effettuati sul territorio in strutture informali, in strutture convenzionate con il centro di riabilitazione (mense aziendali, maneggi, vivai ecc.) o in ambienti ricreativi non convenzìonati (parchi, centri commerciali, strutture sportive e ricreative) e in strutture sanitarie; gli interventi educativi possono configurarsi anche come attività domiciliare.

Interventi riabilitativi specifici: vengono effettuati ad opera di terapisti della riabilitazione con specifica specializzazione per le diverse patologie: terapisti del linguaggio e dell'apprendimento, psicomotricisti, ecc.

Sono mirati al trattamento dei disturbi specifici di ciascun utente.

Per maggiori informazioni scarica il regolamento del servizio Non-Residenziale - Ottobre 2013

 

Go to top